calendula proprietà

CALENDULA

LE MILLE VIRTÙ DELLA CALENDULA

Dal colore sgargiante giallo-arancione del suo fiore, la calendula è una pianta originaria dall’Egitto dalle mille virtù.

La calendula, che un tempo veniva usata dai contadini come segnale per la pioggia se il fiore al mattino non si apriva, viene coltivata per un utilizzo ornamentale, terapeutico, cosmetico e commestibile. I petali sono commestibili così come i boccioli, da gustare in colorate insalate i primi e sottaceto i secondi.
Inoltre è un fiore importante da affiancare agli ortaggi nell’orto perché attira gli insetti impollinatori e allontana i vermi nel terreno.

PROPRIETÀ

La calendula vanta numerose proprietà grazie al contenuto di flavonoidi (narcissina e rutina), polisaccaridi, triterpeni, fitosteroli, olio essenziale, mucillagini, acido salicilico e sostanze amare. Il suo colore accesso è dato da un pigmento che contiene principalmente licopene vilaxantina e betacarotene.
La tintura madre di calendula ha un elevato contenuto di vitamina A e l’estratto di fiori di calendula vanta un insieme di 15 aminoacidi.

GLI UTILIZZI DELLA CALENDULA

Uso interno: Utile per la regolarizzazione dell’apparato genitale femminile (ciclo mestruale scarso o troppo abbondate) e la protezione dell’apparato digerente. Ha un’azione antispasmodica su dolori mestruali e addominali.

Uso esterno: La calendula ha proprietà lenitive, emollienti, cicatrizzanti, antinfiammatorie, rinfrescanti, idratanti, antisettiche. È ottima quindi in caso di:

  • Scottature
  • Rossori
  • Piccole ferite
  • Acne
  • Punture di insetto
  • Pelle secca e screpolata
0