OLIO DI FICO D’INDIA

STORIA E CARATTERISTICHE

Il fico d’Inda, era già conosciuto ai tempi degli Aztechi. Veniva coltivato e commercializzato come pianta sacra con forti valori simbolici
Il fico d’india (Opuntia ficus-indica) è una succulenta pianta della famiglia botanica delle cactaceae. Questo curioso arbusto cresce specialmente in zone calde: orginario del Messico, oggi cresce spontaneamente anche nelle aree più soleggiate del nostro bel paese.
Il fusto è caratterizzato dalla sua particolare composizione a “pale” che, unendosi tra loro, vanno a creare una struttura ramificata. Il fico d’india può arrivare a raggiungere fino a 5 metri di altezza. I caladodi (le pale) più basse, dopo circa 3 o 4 anni di crescita, subiscono il processo della lignificazione, andando a trasformarsi in una specie di tronco.
Il frutto del fico d’india ha un importante valore nutrizionale poichè contiene molti minerali (tra cui Calcio, Fosforo)e vitamine (vit.C)

UTILIZZO TERAPEUTICO

FRUTTI

Grazie all’elevata quantità di Vitamina C contenuta nei frutti, essi vengono considerati astringenti, antiossidanti e depurativi.

PALE

Tuttavia, non è solo il frutto di questa pianta a beneficiare alla nostra salute. Ad esempio, è possibile riscaldare al forno le pale più giovani ed utilizzarle come emollienti, oppure applicando direttamente la polpa delle pale su ferite e piaghe, può essere utilizzata come cicatrizzante anche su ulcere cutanee; è un vecchio rimedio ancora in uso nella tradizione siciliana.
Il metodo di utilizzo del gel contenuto nelle pale del Fico d’India, è sorprendentemente simile a quello utilizzato per l’estrazione del gel dell’ Aloe Vera.

FIORI

Anche i fiori del fico d’india possono essere utilizzati a scopi terapeutici: se bolliti, possono avere effetti diuretici. Questo garantisce un ottimo aiuto nella prevenzione di calcoli renali.

OLIO DI SEMI DI FICO D’INDIA

Il seme fico d’India contiene il 62% di acido linoleico e il 20% di acido oleico. Inoltre, l’ olio di fico d’India è anche ricco di tocoferoli (845 mg/litro). Tocoferolo è il termine generico per almeno otto composti strutturati chimicamente simili, possiamo considerare principalmente vitamina E; tocoferoli sono responsabili per l’impressionante efficacia dell’ olio di fico d’India come antiossidante naturale. È particolarmente ricco di vitamina E e steroli. Queste sostanze proteggono la pelle contro i radicali liberi; le analisi mostrano che questo olio è ricco di acidi grassi essenziali. Queste sostanze sono preziose perché aiutano a combattere contro la secchezza della pelle e supportano l’idratazione, per rallentare l’invecchiamento della pelle ed evitare la formazione di macchie. Con queste caratteristiche l’olio di Fico d’India ridona elasticità e morbidezza alla pelle secca offrendo comfort e idratazione. Ha anche molte proprietà curative e anti-invecchiamento. È usato come una crema da giorno, anti-rughe, e contro i segni doposole.
I poteri di questo olio superano quelli dell’olio di argan. L’olio di fico d’India ha, tra gli altri, gli acidi grassi polinsaturi 65% (nutrienti) – contro il 33%. QuestoC.

Quest’olio preziosissimo è naturalmente ricco di vitamina E ed F, steroli e acidi grassi essenziali (Omega 3, Omega 6 e Omega 9). Inoltre, essendo sebosimile (come l’olio di jojoba), non unge e viene assorbito perfettamente dalla pelle. L’olio di fico d’india è indicato anche per la cura di unghie e mani. Tutte le sere per 15 giorni massaggiate su unghie, cuticole e dorso delle mani una miscela composta da 10 gocce di olio e 2 cucchiai di limone.

FICO D’INDIA: LE PROPRIETA’

È riconosciuto che il fico d’india contene molte fibre. Questa caratteristica, lo rende un ottimo coadiuvante nel trattamento di crampi addominali e peristalsi intestinali contrastando così il problema della stitichezza.
Oltre alle molte fibre, il fico d’india contiene moltissime vitamine e minerali, tra cui Vitamina C, Potassio e Magnesio. Tutti questi elementi interconnessi tra loro, costituiscono un incredibile fonte energizzante naturale.

ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanish